RI-MEDIARE LA SCUOLA

Home » Editoria Digitale » Un futuro per il social reading

Un futuro per il social reading

Laboratorio di Tecnologie Audiovisive

di Roberto Maragliano

La questione del social reading, dunque di una pratica condivisa di lettura, è specifica dell’infrastruttura di rete. Non è possibile praticare il social reading dentro l’infrastruttura della stampa, se non dividendo nettamente il ruolo di un lettore attivo da quello passivo di uno o più lettori/ascoltatori.
Tutto un modo di vedere e praticare la lettura è coerente con questa condizione, determinata dalla circolazione dei testi via stampa: il lettore è solo con il suo libro, l’unico dialogo che gli è consentito è quello con un interlocutore virtuale (l’autore del testo), e quello con se stesso.
Tutto un modo di praticare la didattica è coerente con questo modo di intendere la lettura.
Con la rete le cose cambiano. Dunque cambia la condizione del lettore, che può condividere in modo attivo, con altri, la sua attività di lettura, per esempio annotando il testo e dialogando con gli altri lettori tramite…

View original post 266 altre parole

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: